Irena Sendler

In questi giorni di inizio novembre sta girando di mail in mail un messaggio che ricorda Irena Sendler.

Forse c’entra poco con il teatro, ma l’obiettivo di questo blog è di parlare anche di fatti di cultura e avvenimenti che comunque riguardano il “teatro del mondo”.

Irena Sendler, nata a Varsavia il 15 febbraio 1910, ottenne durante l’occupazione nazista della Polonia di lavorare come idraulica nel Ghetto di Varsavia. A conoscenza dei piani tedeschi in merito all’assassinio di tutti gli ebrei polacchi, riuscì a salvare 2500 fra neonati e bambini nascondendoli nella sua cassetta degli attrezzi o in sacchi di iuta aiutata da un cane che era stato addestrato ad abbaiare quando si avvicinavano i soldati nazisti. Il cane serviva anche a nascondere il pianto dei neonati.

Quanto Irena fu scoperta, fu catturata e picchiata  fino a romperle entrambe le gambe.

Quando la guerra finì, cercò di ritrovare tutti i bambini salvati per ricongiungerli alle loro famiglie grazie a un registro che nascondeva sotto un albero. Molti dei genitori o parenti erano stati assassinati nelle camere a gas o stremati dalla fame e dal lavoro estenuante dei campi di concentramento.

Venne comunque riconosciuta come una Giusta tra le nazioni dallo Yad Vashem di Gerusalemme. Nel 2003 Papa Giovanni Paolo II le inviò una lettera per gli sforzi fatti nel salvare vite di bambini e ricevette, sempre nello stesso anno la decorazione dell’Ordine dell’Aquila Bianca, la più alta onorificenza civile della Polonia

Nonostante Irena Sendler sia stata proposta per il Premio Nobel della Pace, non è mai stata nominata.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...