Freaks The Series

Teatro Omeopatico parla principalmente di teatro, ma il sottotitolo della pagina Facebook è: Teatro e non solo… perché ciò su cui voglio porre l’attenzione è la presenza di prodotti culturali/artistici che considero validi e con un buon potenziale affinché questo dato prodotto aumenti a macchia d’olio la sua conoscenza.

Voglio quindi parlare di Freaks. Chi ha avuto modo di conoscerla sa di che cosa parlo. Per chi la ignorasse, Freaks non il film, ma si tratta della prima web series italiana che possa definirsi tale che coniuga professionismo, semplice passione e desiderio di mettersi alla prova con la presenza di attori giovani e di talento.

Freaks racconta la storia di cinque giovani ragazzi che da un giorno all’altro si ritrovano ad avere, quindi a dover imparare a gestire, dei poteri inseguiti da un misterioso personaggio senza volto. Ma non poteri come tutti possono conoscere da fumetti e celebri film; sono poteri che dopo il primo impatto possono risultare scomodi e non propriamente soddisfacenti. C’è Giulia/Ilaria Giachi che pur non essendo una vampira trae forza dal sangue umano, Andrea/Andrea Poggioli che influenza a suo piacimento il morale delle persone a lui vicine, Marco/Guglielmo Scilla che viaggia attraverso le dimensioni attraverso l’eccitamento sessuale, Silvio/Claudio Di Biagio che chissà che cosa fa oltre ad avere il brevetto da bagnino e Viola/Claudia Genolini che acceca le persone con il solo tocco. Poteri semplici quasi da risultare normali e invece pongono domande, pongono problemi a loro e a chi è vicino a questi ragazzi: famiglia, fidanzati e fidanzate, amici.

I “produttori” di questa web series hanno iniziato anni fa con l’attività di youtubers con la gestione del proprio canale su Youtube (un sito che consente la condivisione di video) affrontando argomenti diversi ora ridicoli, ora filosoficamente reali diventando una sorta di modelli per molti ragazzi. Forse sembra una parola un po’ forte, ma il fatto che dei quindicenni chiedano consigli su come poter girare dei video con l’idea di poter raccontare una storia che non sia il pestaggio di disabili o peti incendiari, riporta un po’ di fiducia nel mondo. Il girato è di ottima qualità, privo di rumore con effetti speciali che seppur ridotti al minimo garantiscono un ottimo equilibrio drammaturgico. L’audio, lungi dall’essere carente, è facilitato anche dalle riprese notturne che aumentano l’effetto noir e misterioso della trama. Interessanti le musiche in parte composte dal gruppo About Wayne.

Per il momento il caricamento di Freaks è settimanale, con cadenza regolare ma non fissa. Interessanti sono anche gli appunti di produzione già alla seconda puntata in cui Matteo Bruno, co-regista con Claudio Di Biagio, rende partecipi gli youtubers di curiosità inerenti la serie rispondendo anche alle domande dei numerosissimi fans. La quarta puntata di questa serie (la prima, in cui sono previsti 7 episodi) dal titolo “What if…” uscita pubblicata su youtube il 10 maggio scorso conta al 15 maggio 219.014 visualizzazioni. Freaks potrebbe essere un’ottima alternativa a programmi televisivi stantii che non lasciano la fantasia libera di creare buoni prodotti semplicemente spinti dalla passione perché come ho già avuto modo di dire, è l’unica che muove il mondo.

Nonostante l’attuale governo non dia possibilità ai giovani di crearsi un futuro, sempre più i giovani cercano strade alternative per poter almeno ossigenare la propria mente e volontà, ogni giorno messe alla prova da belle parole, seguite come sempre da nessun fatto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...